Vuoi mettere ordine nei tuoi pensieri, nelle tue emozioni, nelle tue relazioni. Ma quanto ti conviene ordinare ciò che non segue un ordine?

Ciao!
Che mi racconti di bello?
Stai fumando vicino al caminetto con il fuoco che ti fa compagnia?
Mi dirai magari che non fumi. Ok… ma prova a fumare!

Ti sembro folle o ti stai chiedendo: “ma dove vuole arrivare?”
Ed è questo il punto… non voglio arrivare da nessuna parte.
Vuoi mettere ordine nelle mie parole, in ciò che scrivo, ma è un tuo bisogno.
E questo è sempre presente, in ogni momento della tua giornata.

Vuoi mettere ordine nei tuoi pensieri, nelle tue emozioni, nelle tue relazioni.

 

Ma quanto ti conviene ordinare ciò che non segue un ordine?

 

Pensaci, rifletti bene: le tue emozioni hanno un ordine? Sai ad esempio quando ti incazzerai oggi?
Forse dopo aver letto questo articolo o dopo aver fumato una sigaretta amara?
Tranquillo le sigarette non sono tutte amare. 🙂

Vedi… pensa a ciò che hai provato in questo momento, hai spostato l’attenzione sul palato.
Eppure pensavi di essere incazzato per qualcos’altro pochi secondi fa.

Il nostro cervello è sempre in grado di sorprenderci.
È bombardato continuamente da milioni di stimoli che seleziona in modo automatico.
Se non fosse così impazziresti. Quindi basta ordine! Fidiamoci di lui…

Il tentativo insano di mettere ordine a tutti i costi nella nostra vita può rivelarsi così inutile.
In realtà vi è già un ordine: si tratta di un ordine naturale o se vogliamo di un disordine sano.

 

E se il tuo disordine ti fa sentire un po’ folle sappi che non devi aver paura della tua follia.
Questa è verità e non risiede nelle regole che ingenuamente mettiamo qua e là.

La follia ha un’intelligenza sua: sa dove indirizzarti, sa come spiazzarti, sa come farti emozionare e l’emozione è vita. 

Spero che in questo momento tu possa sentirti un po’ in disordine, tanto quanto basta per percepirne la bellezza.

Ciao e a presto!

 

andrea de nuccio

 

 

In questo articolo

Scrivi un commento