Con la meditazione, e in contatto con la natura, possiamo ripulirci un po’ dalle scorie del passato e dalle aspettative insane del futuro

 

 

Ciao!
Sono tornato ieri sera dall’Umbria, una terra meravigliosa che con il suo verde naturale e i suoi alberi “parlanti” rappresenta una delle mie mete preferite in autunno.

Ci vado per ricaricarmi e per centrarmi (riflettere su me stesso).

Gli alberi sanno parlarti ed osservarti senza giudicare. Volti simili a maschere, sono quelli di madre natura.

Lei non ti tradisce: ti coccola, ti affascina e sa stupirti ogni momento, soprattutto quando sei cieco e sordo.

Lo fa con rumori e profumi che non disturbano, ma arricchiscono.

Troppo poetico per essere uno psicologo?
Non importa! E’ importante che tu stia bene e che con questo breve articolo tu possa trovare l’ispirazione per vivere meglio.

 

Avere un posto dove andare per ricaricarsi di energia non è poco

 

Il “molto” che trovi nel “poco” ti permette di cambiare la tua percezione della vita.

Significa mettere un po’ di ordine tra i tanti pensieri e le tante preoccupazioni che affollano la tua mente.

Significa anche imparare a concentrarsi sul presente e a meditare.

La natura può aiutarci a farlo!

Nella nostra testa non vi è solo il presente: il passato, il presente e il futuro si confondono e danno vita ad una realtà interna fatta di colori, immagini, suoni, percezioni, emozioni, sensazioni.

Questa interferisce continuamente con la realtà esterna. E non sempre è “gentile” con noi…
Con la meditazione, e in contatto con la natura, possiamo ripulirci un po’ dalle scorie del passato e dalle aspettative insane del futuro.

 

Un abbraccio e buona giornata!

andrea de nuccio

In questo articolo

Scrivi un commento

1 comment

  1. Anonimo Rispondi

    bellissimo articolo dott. De nuccio. fresco come sempre 🙂
    COMPLIMENTI PER LA BELLISSIMA FOTO-INCREDIBILE!!!